Un tesoro in fondo al mare

In attesa di procedere all’allestimento delle collezioni di Biologia Marina e di Paleontologia, il MuMaT ha inaugurato l’apertura dei propri locali il 30 giugno 2019, attraverso la mostra temporanea dal titolo “La bioiversità del Tirreno calabrese“, con gli scatti artistici di Dario Viccari e Fabrizio Fabbroni. La mostra rappresenta un evento collaterale al progetto di valorizzazione e sensibilizzazione al patrimonio biologico degli habitat marini del Tirreno, sviluppato dall’oceanografo Francesco Florio, curatore della sezione di Biologia marina del MuMaT. Il progetto si intitola “Un tesoro in fondo al mare” e fa parte delle azioni che il Comune di Tropea ha intrapreso per l’ottenimento dei più prestigiosi riconoscimenti in ambito ambientale.
Accanto alla mostra fotografica, nel mese di luglio è stata inaugurata l’esposizione temporanea di una selezione di fossili del Miocene provenienti dai giacimenti della cava di Cessaniti (VV).

SEZIONE DI BIOLOGIA MARINA


La mostra fotografica, che rappresenterà un “assaggio” di quanto verrà esposto nel progetto definitivo è stato arricchito dall’installazione artistica di Vincenzo Carone dal titolo “Il faro di Tropea“, che vuole simbolicamente rappresentare un presidio di luce capace di mostrare al visitatore la strada verso il rispetto per l’ecosistema marino e i suoi equilibri. Altro elemento capace di dare valore alla mostra temporanea sono i Poisson creati dall’estro artistico di Michela Gatti, delle rappresentazioni ottenute attraverso il riutilizzo di materiali di recupero che l’autrice ha raccolto sulle spiagge della Costa degli Dei.

SEZIONE DI PALEONTOLOGIA MARINA



La mostra della balena del Miocene di fatto apre l’iter dell’allestimento della sala dedicata alla Paleontologia dove verranno, in seguito, esposti altri reperti rinvenuti nell’area miocenica del Monte Poro in provincia di Vibo valentia.
La mostra, curata dall’architetto Luigi Cotroneo con la supervisione del Responsabile scientifico del MuMaT Giuseppe Carone, vuole essere un momento di incontro e di condivisione con il pubblico che può assistere, in diretta, alle varie fasi di allestimento e di montaggio dello scheletro della balena fossile più antica finora scoperta in Calabria datata a circa 7 milioni di anni fa.

Translate »